camminiamo insieme verso la rinascita, perché l'amore e la condivisione fanno la differenza
 
IndiceIndice  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  siti amicisiti amici  VAI ALL'ASSOCIAZIONEVAI ALL'ASSOCIAZIONE  

Condividere | 
 

 maxxi - La vicenda di mia madre

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3 ... 11, 12, 13  Seguente
AutoreMessaggio
maxxi
fiorellini
fiorellini


Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 10.03.14

MessaggioTitolo: maxxi - La vicenda di mia madre   Lun 10 Mar 2014, 18:59

ciao a tutte voi.
spero sia la sezione del forum più giusta dove raccontarvi e chiedere consigli sull'incubo che sto vivendo.
innanzitutto mi presento, sono massimo e ho trovato per caso da poco questo forum.
Cerchero' di essere più conciso possibile e chiedervi come si fa ad affrontare tutto questo.
mia madre , che ha 64 anni a inizi dicembre scorso si accorge di avere un nodulo al seno destro;
prenota prima per una mammografia e poi per una ecografia che confermano la diagnosi di un nodulo di circa 23 mm adiacente al quale si osserva un linfonodo di circa 17 mm.
Da qui inizia il suo incubo ( che è anche il nostro ) , ci affrettiamo a prenotare da un senologo che decide per l'intervento chirurgico e nel frattempo esegue l'ago aspirato.
E' stata operata il 18 febbraio subendo una biquadrantectomia con svuotamento del cavo ascellare.
L'intervento è andato abbastanza bene e il chirurgo che l'ha operata ci ha detto che avrebbe fatto esaminare il nodulo sotto l'ascella che era quello che lo impensieriva un po'.
Ci siamo un po' risollevati tutti perché credevamo che il peggio fosse passato ,ma le docce gelate non sono finite.
Una settimana dopo l'intervento ci danno l'esito dell'ago aspirato che conferma la positività (CTM C5).
Ripiombiamo nel terrore ma cerchiamo di farci coraggio.
Martedi scorso ha tolto i punti di sutura rimasti  e il dottore che l'ha operata ci ha preannunciato che dovra' fare della radioterapia.
oggi ci cade un altro macigno addosso; il chirurgo  ha ritirato l'esame istologicico per noi ( in quanto l'intervento è stato eseguito a Lecco mentre noi siamo a Milano) e ci avvisa che il tumore è molto aggressivo , che ci sono parecchi linfonodi interessati e deve iniziare al più presto la terapia.
questa è fino ora la vicenda che stiamo vivendo.
Ho deciso di scrivervi per avere qualche informazione da chi ha vissuto o sta vivendo questa tremenda esperienza  e avere delle buone speranze di guarigione per mia madre.
Lei non sa di questo forum , non ne ho  voluto parlarlene.
Scusatemi se la storia non e' raccontata nei dettagli e risulta un po' confusa ma oggi sono a pezzi moralmente.
ancora un saluto a tutti.
massi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
micetta2012
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 8107
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 56
Località : Sezze

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Lun 10 Mar 2014, 19:32

Ciao e benvenuto tra noi (purtroppo), state vivendo il periodo più brutto della vita, dove il salto nella malattia è improvviso e la paura è tantissima. Tutto sembra terribile, ma ti assicuro che appena il piano terapeutico sarà stabilito, tutto sarà più chiaro. L'importante è non scoraggiarsi, il percorso è duro, ma se ne esce affrontandolo decisamente.  Provate a leggere le nostre storie per farvi un'idea su ciò che abbiamo vissuto, i nostri percorsi sono molto simili e fateci tutte le domande che credete, noi possiamo aiutarvi ad affrontare questo percorso perchè condividendo si supera meglio tutto. Ti / Vi aspettiamo.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
brilocat
fiorellini
fiorellini
avatar

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 06.11.12
Età : 56
Località : pavia

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Lun 10 Mar 2014, 20:50

ciao,
ho letto la tua storia, ma come mai se il tumore è così aggressivo come dici e ha avuto lo scavo ascellare non le fanno anche la chemio? hai parlato solo di radioterapia....e guarda che quella è di routine quando si fa la quadrantectomia, quindi qui siete perfettamente allineati e nella norma, sempre quando tolgono solo una porzione di seno fanno la radioterapia per ripulire i tessuti circostanti. di solito i protocolli prevedono che se ci sono più di uno o due linfonodi intaccati di fare la chemio (io per es. ho avuto 15 linfonodi malati su 30 tolti e quindi chemio).
ma tua madre ha fatto anche l esame della PET ? è un esame dove ti iniettano un liquido radioattivo che va poi a depositarsi maggiormente nelle cellule tumorali e quindi permette attraverso una specie di radiografia di vedere se ci sono delle metastasi nel corpo.
io non so se tu hai raccontato tutto per benino, capisco che siete sconvolti, ma cercate di restare calmi e lucidi, almeno tu vai a leggerti le varie sezioni di medicina di questo forum, cerca di raccogliere il maggior numero di informazioni possibili (sono spiegati i vari trattamenti, cosa vogliono dire le sigle dei referti isto-patologici, ecc...) in modo che potete anche chiedere ai medici come mai fanno o non fanno certi passi.
cmq la PET è un esame importante, allo ieo la fanno subito all'inizio per vedere quanto sono diffuse eventuali metastasi. chiedete di fare questo esame.
non essere timido, chiedi pure tutto ciò che vuoi, siamo liete di rispondere se possiamo, non c'è nulla da tenere nascosto.  
cercate di capire la reale situazione e le terapie che si possono fare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
manu2012
Fondatore
Fondatore


Messaggi : 5281
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Lun 10 Mar 2014, 21:33

Ciao Massimo, ti ho spostato la discussione in "vi parlo di me" perché è la sezione più frequentata del forum e avrai molte più risposte.
Inoltre, pur se raccontata dal figlio, è la storia di una fiorellina come noi.

Massimo, scrivi e chiedi pure tutto quello che vuoi, noi saremo ben felici di aiutarti per tutto quello che possiamo.
Le sigle CTM C5 significano solo che purtroppo il tumore è maligno, ma per poter valutare meglio servono tutte le informazioni che sono contenute nel referto istologico.

Cerca di stare tranquillo e di trasmetterle positività, il tumore al seno ha mediamente un'alta percentuale di sopravvivenza, ma bisogna combatterlo anche con grinta e positività.

Se vai a leggerti le nostre storie ti renderai conto che tutte abbiamo affrontato percorsi più o meno simili, più o meno difficili, ma ne siamo uscite!
Io avevo un tumore di 6 cm e 25 linfonodi intaccati su 34... mastectomia, scavo ascellare, chemio, radio e terapia ormonale che sto ancora facendo. Sono passati quasi tre anni e sto bene.

Forza e un grande abbraccio a te ed alla tua mamma!   
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
maxxi
fiorellini
fiorellini


Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 10.03.14

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Lun 10 Mar 2014, 23:27

Grazie a tutte per le risposte.
Non ho raccontato nei dettagli perché sta succedendo tutto così in fretta che non riesco ancora a capacitarmi.
Ho letto un po' le vostre storie e leggere i vostri incoraggiamenti mi fanno sentire tra l'altro anche un po' in colpa, perché dovremmo essere noi a dare coraggio a chi è colpito da queste maledette storie.
Comunque io non so se la procedura che sta seguendo mia madre e' uguale alle altre , abbiamo seguito quello che il chirurgo ci diceva.
Dopo l'ecografia abbiamo sentito, su suggerimento di una parente , questo senologo di Lecco , in quanto, a detta di molti , sembra sia essere molto bravo. Ha voluto operare prima senza farle fare chemio o altro.
Per la terapia che dovrà seguire, lui ci ha indirizzato presso un oncologo di una clinica di Milano. Credo ci abbia parlato solo di radioterapia forse perché non aveva ancora il referto dell'esame istologico.
Domani ritireremo l'esame e immediatamente prenoteremo la visita e vedremo come procedere.
Il giorno stesso dell'intervento a mia madre le hanno fatto un esame ( non ricordo se si chiami PET ) ma credo sia proprio quello; non è andato a buon fine perché prima non riuscivano a far funzionare gli strumenti , poi hanno detto che non riuscivano a trovare i linfonodi sentinella.
Comunque vi terrò aggiornati appena avremo l'istologico .vi saluto e grazie ancora.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
brilocat
fiorellini
fiorellini
avatar

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 06.11.12
Età : 56
Località : pavia

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Lun 10 Mar 2014, 23:47

allora, la pet non serve a trovare il linfonodo sentinella per cui non credo che tua madre abbia fatto la pet. perché io ho fatto la pet senza problemi ma prima dell intervento non sono riusciti a trovarmi il linfonodo sentinella proprio perché era già intaccato dal tumore e non assorbiva più il liquido di contrasto e infatti sono andata sotto i ferri senza sapere del sentinella, poi mi hanno tolto tutto. perciò in base a questa mia esperienza non credo che quell esame fosse la pet.
la pet è importante perché fa capire appunto se ci sono oramai metastasi diffuse in altre zone del corpo. (e cmq anche se ci fossero...ci sono diverse persone, anche in questo forum, che hanno metastasi e so di altre che vanno avanti da anni tenendole a bada, ma bisogna sapere per fare le terapie giuiste).
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
micetta2012
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 8107
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 56
Località : Sezze

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Mar 11 Mar 2014, 05:10

Maxxi non importa ciò che ricordi, sicuramente il percorso è quello che abbiamo fatto tutte per cui tua mamma avrà fatto la scintigrafia, poi farà ciò che deve, quello che conta è che siate combattivi, fate passre la frustrazione , la tristezza e tutto ciò che si vive in questi momenti, relegateli in un angolo del cuore e siate determinati. E' difficile, ma lo spirito con cui si affronta tutto è molto importante. Quando arriva il magone o sentite che i pensieracci la fanno da padrone, cercate di venire qui e scriveteli, sfogate qui tutto perché la negatività vi spezza le ali. Ricordati che per quanto può sembrare brutto tutto , ci stà sempre il modo per modificare e risollevarsi credetici e basta. Sopratutto cercate una struttura dove i macchinari siano efficenti, ti dico per esperienza che proprio perché c'è la vita in gioco non potete disperdervi con ospedali che non garantiscono efficenza, sicuramente l'oncologo che vi segue vi indirizzerà al meglio.
Poi vorrei dire a te di non sentirti in colpa mai, averti al fianco per tua mamma sarà un'aiuto grandissimo sei la sua forza e quindi non rammaricarti di nulla. Ti mando un grande abbraccio e ti aspettiamo .
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
giulgiul
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 3004
Data d'iscrizione : 24.10.12
Età : 48
Località : Udine

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Mar 11 Mar 2014, 19:08

Massi io mi aggiungo a chi mi ha preceduto nel risponderti per dirti di venire qui e fare tutte le domande di cui hai bisogno .. questo è senza dubbio il periodo peggiore che io chiamo "frullatore", aspettiamo di sapere l'esito dell'istologico e da li poi si partirà con tutte le cure del caso .. l'ottimismo però non deve mancare mai, io dico che per piangere c'è sempre tempo ..
Dimenticavo, io sono una con metastasi ossee, e ti posso dire che dopo due anni e mezzo sono ancora qua e per ora non posso lamentarmi sul mio stato di salute ...

  per te e   per la tua mamma
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
maxxi
fiorellini
fiorellini


Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 10.03.14

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Mar 11 Mar 2014, 20:04

ciao a tutte.
oggi è stata una giornata molto dura.
tornato a casa dal lavoro mia madre piangeva. Ha ritirato l'istologico e parlando con una dottoressa della clinica che le ha letto il referto , le ha confermato che il tumore è aggressivo e di attivarsi subito per iniziare la chemio .
Anzi si è meravigliata del fatto che ancora non l'avesse iniziata, ma noi più di affidarci al parere dei medici cosa dobbiamo fare?
comunque noi della famiglia abbiamo cercato di tranquillizzarla, le ho parlato anche di questo forum e delle vostre storie.
Le ho detto che cercheremo di fare tutto quello che è nelle nostre possibilità e che se è anche aggressivo non vuol dire che non si possa guarire.
Vi scrivo il referto dell'istologico, io non capisco molto ,forse voi qualcosa in più di me.
DIAGNOSI:
a) carcinome duttale infiltrante scarsamente differenziato (G3).
Presenza di estesa embolizzazione neoplastica endovasale intra e peritumorale .Margini di resezione indenni da neoplasia.
b) cute indenne da neoplasia
c)metastasi carcinomatose in 10 su 17 linfonodi con superamento capsulare in 2 linfonodi e focale infiltrazione neoplastica del tessuto adiposo perilinonodale
d) 8 linfonodi senza evidenza di metastasi
e) tessuto adiposo senza evidenza di neoplasia
TNM , G (AJCC2010): pT2 ,pN2a,G3
rdBP

la determinazione immunoistochimica del profilo biologico tumorale ha dato i seguenti risultati:
recettori per l'estrogeno (clone sp1) negatici
recettori per il progesterone (clone 1E2) negativi
indice di proliferazione (ki 67) 25%
HER2/neu - CerbB-2 (policlonale Dako) : intesa immunoreattività completa di membrana nel 70% di cellule tumorali.Score 3+

Grazie per l'attenzione.
un abbraccio forte
massi.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
brilocat
fiorellini
fiorellini
avatar

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 06.11.12
Età : 56
Località : pavia

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Mar 11 Mar 2014, 20:44

mi sembra di capire che non è tumore reattivo agli ormoni ma che invece è her positivo, il che signifcherebbe una specie di chemio in più, trattamento con trastuzumab. guarda un po qui:

http://unitesipuo.forumattivo.it/t267-leggere-il-referto-isto-patologico  per il referto

http://unitesipuo.forumattivo.it/t13-her2-positivo  per her positivo

ma voi che siete di milano, mi sembrava di capire, perché non vi rivolgete allo ieo (io mi sono trovata benissimo, mi sono veramente sentita in mani professionali), chiedete un appuntamento a pagamento, ve lo danno in pochissimo tempo, io mi sono trovata molto bene con l'oncologa dott.ssa balduzzi.

e per quanto riguarda la chemio, tranquillizza tua madre, la chemio ha una brutta fama, ma in realtà è meno peggio di quanto possa sembrare, a parte qualche giorno immediatamente dopo la chemio, dopo seguono anche giorni di vita quasi normale. ma anche qui ognuno reagisce a modo suo, come ti hanno già detto uno spirito positivo aiuta, io sono andata anche in fiera durante il periodo della chemio.

cmq, credo che in questa situazione sia importante che tua madre abbia la certezza di potersi "lasciar cadere", nel senso che se anche lei sarà stanca e non in grado di fare le solite cose che ci sarete voi a provvedere, che lei si possa prendere il timeout che le serve. non piangete davanti a lei, ma non dite neanche: suvvia, vedrai. ... queste parole fanno letteralmente inc...zare, quanta gente ho mandato al diavolo per delle frasi dette con leggerezza. è difficile trovare la misura giusta, ma voi conoscete vostra madre e sicuramente saprete in quale modo rassicurarla, farle capire che la vita continua, forse un po' modificata rispetto a prima, ma anche se le fosse venuta un'ernia al disco la sua vita sarebbe cambiata e non avrebbe potuto fare le solite cose. io dico sempre che il tempo che abbiamo a disposizione, tanto o poco che sia non va anche si sprecato con angosce che poi magari si rivelano inutili.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
maxxi
fiorellini
fiorellini


Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 10.03.14

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Mar 11 Mar 2014, 22:12

Grazie per i link brilocat .
Domani li guarderò con più calma. Oggi è stata una giornata pesante e stasera ho un gran mal di testa.
Per quanto riguarda l'oncologo da contattare che seguirà mia madre stiamo prenotando una visita ( a pagamento) con un primario del centro tumori di Milano. Ora non so se il centro in questione e' lo ieo o altro.
Sono rimasto deluso dal chirurgo che ha operato mia madre, in quanto dopo l'intervento ci ha detto di contattare un altro oncologo per la terapia. Come se ne volesse lavare la mani. Noi credevamo che ci avesse seguito per tutto il percorso. Abbiamo anche fatto la prima visita da lui a pagamento.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
brilocat
fiorellini
fiorellini
avatar

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 06.11.12
Età : 56
Località : pavia

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Mar 11 Mar 2014, 22:21

il centro tumori non è lo ieo ma penso che vada bene ugualmente.

dopo l intervento tua madre non ha bisogno del chirurgo ma dell'oncologo.

il chirurgo segue soltanto il suo lavoro, cioé che la ferita guarisca bene e controlla anche il seno ma le terapie le stabilisce l'oncologo e quindi è del tutto normale che il vostro chirurgo vi ha detto di rivolgervi all oncologo.
io per es. faccio i controlli ogni 6 mesi, una volta con il chirurgo e una volta con l oncologo ma in tutto il periodo dopo l intervento ero seguita dagli oncologi. quindi non essere deluso. funziona così. ognuno ha la sua specializzazione e per fortuna fa ciò che sa fare bene. quindi trovatevi un buon oncologo e questo non toglie nulla al chirurgo che magari ha fatto un ottimo lavoro.

ti faccio il mio esempio: ho contattato per primo il chirurgo dopo la diagnosi di tumore, il quale mi ha spedita dall oncologo che mi ha dato una terapia per rimpicciolire il tumore e per 10 mesi non ho visto il chirurgo, l ho rivisto quando ho fatto l intervento e mi ha seguito nell immediato dopo intervento per i drenaggi, le ferite, ecc, ma nello stesso tempo sono passata di nuovo nelle mani degli oncologi per chemio e radioterapia (eseguite da altri professionisti) e ora i controlli appunto alterno chirurgo e oncologo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Grazia
fiorellini
fiorellini
avatar

Messaggi : 891
Data d'iscrizione : 24.12.13

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Mar 11 Mar 2014, 22:35

Maxi intanto ti do il mio benvenuto e  ti confermo tutto,quello che già ti hanno detto le altre fiorelline..non e' molto che sono,qui,anche io ,come Giuly ho metastasi ossee che mi sto curando, dopo aver fatto nel 2011 quadrantectomia e chemio radio ,terapia ormonale, (le ho scoperte a dicembre 2013)questo forum e' la mia ancora di salvezza specialmente nei momenti più bui vedrai che dopo aver stabilito bene il programma di cure andra' meglio sarà un percorso un po' tortuoso ..ma si può superare credimi e l'appoggio deile persone care e' importante.Anche se e'aggressivo(come anche il mio ma anche di molte altre)Mi sembra di capire cmq dall'istologico che non ha un alto indice di proliferazione( il mio era più del doppio) E poi se e quando vorra' la tua mamma far parte di questo forum l' accoglieremo a braccia aperte  
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
manu2012
Fondatore
Fondatore


Messaggi : 5281
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Mar 11 Mar 2014, 23:08

Maxxi, l'importante adesso è stabilire chiaramente il percorso che si deve effettuare, e iniziarlo al più presto.
Non sarà una passeggiata, ma è affrontabile, e tua mamma con il vostro aiuto ce la farà benissimo.
Noi siamo sempre qui, per rispondere alle tue domande per tutto quello che possiamo, e se tua mamma vorrà per tenerla per mano!
Un abbraccio!
  
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
micetta2012
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 8107
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 56
Località : Sezze

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Mer 12 Mar 2014, 06:36

Massi io ho fatto il percorso che molto probabilmente farà tua mamma, cerca di rassicurarla e sopratutto di non abbattersi troppo. Per quanto riguarda i medici sono certa che al centro tumori troverete qualcuno che vi seguirà come meglio potrà e questo è molto importante. Voi state vivendo il momento più brutto che è quello caratterizzato dalle incertezze, ma state certi che passerà e sopratutto leggetevi le storie di Giulia e di Grazia troverete come continua la vita nonostante le difficoltà e sono certissima che vi aiuterà più di ogni parola. Un bacione.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
manu2012
Fondatore
Fondatore


Messaggi : 5281
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Gio 13 Mar 2014, 18:45

Maxxi come va? Novità?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Nemila
staff
staff
avatar

Messaggi : 2054
Data d'iscrizione : 28.10.12
Età : 48
Località : Piacenza

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Gio 13 Mar 2014, 22:04

Maxxi ti do il benvenuto anche da parte mia, come ti confermano le altre che anche se aggressivo si può curare, ognuno ha un piano terapeutico personalizzato che dà ottimi risultati, l'importante che facciate un passo alla volta cercando di essere molto pazienti, capisco che questo è il momento peggiore dove non sapete quale strada potrete affrontare ma con calma un passettino alla volta.
Il fatto che abbia un indice di prolificazione del 25% è già un buon risultato, io avevo un indice di prolificazione del 20% e mi avevano detto che era aggressivo ma addormentato(avevo un infiltrante g2 di 3cm)
Affidatevi all'oncologo che prescriverà la chemio giusta per tua mamma.

E se tua mamma vorrà noi siamo qui per qualsiasi sostegno!


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Nemila
staff
staff
avatar

Messaggi : 2054
Data d'iscrizione : 28.10.12
Età : 48
Località : Piacenza

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Gio 13 Mar 2014, 22:23

Scusa Maxxi, avevo scritto nel mio post ma improvvisamente il Pc impazzito l'ha postato nel tuo...   Manu Aiuto non so cosa è successo...

Riprovo nel mio post!!

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
maxxi
fiorellini
fiorellini


Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 10.03.14

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Ven 14 Mar 2014, 00:43

Ciao a tutte.
Vi aggiorno sulla situazione.
Mercoledì avevamo appuntamento al centro tumori con un oncologo, ha letto il referto e dopo l'ha visitata.
Io non ero presente , ma il medico ha detto a mia madre che la malattia e' curabile.
Dovrà sottoporsi ad un ciclo di sei chemio e assumere dei medicinali.
Solo che ha consigliato di procedere con la terapia presso un centro più vicino a dove abitiamo, in quanto potrebbe non sentirsi bene dopo la terapia.
Quindi abbiamo optato per un ospedale più vicino a casa .
Abbiamo già effettuato la visita presso questa struttura e venerdì mattina sarà lì per effettuare degli esami.
Mia madre e' comunque spaventata per gli effetti della chemio e anche per la perdita dei capelli.
Ma la cosa più importante e' che comunque possa guarire sperando che quello che ha detto il primario oncologo sia vero.
Comunque ho parlato qui questo forum a mia madre , le ho raccontato di alcune storie e di come donne come lei ed anche più giovani hanno affrontato questi terribili momenti.
Lei non è per niente pratica di tecnologia il pc non lo sa usare , quindi se mi permetterete , farò io da tramite.
Vi salutiamo e a presto. Un immenso grazie.
Massi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
micetta2012
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 8107
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 56
Località : Sezze

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Ven 14 Mar 2014, 06:23

Certo Maxxi che puoi fare da tramite, anzi magari puoi insegnare a tua mamma ad usare il pc così potrà scriverci anche quando tu sarai al lavoro, io stessa sono assolutamente incapace ad usarlo, ma i miei ragazzi mi hanno insegnato giusto a scrivere così nei momentacci posso farlo tranquillamente.
Avete fatto benissimo a scegliere un ospedale vicino casa, durante la chemio è molto importante poter rientrare facilmente perchè si è molto stanchi e affaticarsi inutilmente non serve, in fondo i piani terapeutici sono gli stessi ovunque, quindi meglio la comodità. Io stessa mi sono operata a Roma, ma la terapia l'ho fatta a Latina che è a 20km da casa mia.
Per la chemio capisco la paura però dovete considerare che tutto è molto soggettivo per cui no è detto che sia così devastante sarà comunque un periodo duro per lei e di conseguenza per la famiglia, ma tutto passerà solo questo si deve tenere in considerazione. La chemio è nostra alleata, anche se non sembra, ma è l'unica arma che può distruggere il bastardo per cui a noi non rimane che stringere i denti e combattere. Sono sicura che tutte unite riusciremo a far passare questo periodaccio, vi abbraccio forte forte con tutto il cuore.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
brilocat
fiorellini
fiorellini
avatar

Messaggi : 3053
Data d'iscrizione : 06.11.12
Età : 56
Località : pavia

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Ven 14 Mar 2014, 06:47

Ecco bene, la vicinanza a casa facilita il tutto. Una volta consultato un buon oncologo loro applicano protocolli collaudati e la flebo la può fare chiunque poi.
Per i capelli dille di fregarsene. I capelli non sono la sua vita. Poi ricrescono. Ci sono bellissimi turbanti.
Ti metto due link qui all interno del forum. Uno sui capelli e uno su come contrastare gli effetti della chemio

Link chemio http://unitesipuo.forumattivo.it/t97-discussione-aperta-su-chemioterapia-ed-effetti-collaterali E cmq nella sezione medicina ci sono vari capitoli sulla chemio

Link capelli http://unitesipuo.forumattivo.it/t299-chemioterapia-e-capelli
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
coccinella
fiorellini
fiorellini
avatar

Messaggi : 1614
Data d'iscrizione : 29.10.12

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Ven 14 Mar 2014, 09:01

Ciao maxxi,è comprensibilissimo quello che hai passato e che stai passando...queste notizie arrivano come docce fredde e lasciano senza fiato...poi si entra nel vortice e si comincia a capirne qualcosa...e anche a non vedere cosi' tutto buio e a cominciare a sperare che ci sia una soluzione.
Come ad ognuno di noi,puo' arrivare di tutto,nel tempo...questa è una cosa un po' piu' grossa,è vero,ma oggi ci sono cure e nuove speranze...
Ti consiglio di starle vicino,in modo protettivo,ma non ossessivo,lei ha gia' un peso da portare e non deve portare anche quello di vederti stare male...l'amore è un'ottima cura,spesso vince su tutto...e allora tesoro,coraggio e soprattutto positivita'....sorriso chiama sorriso e forse è la cosa che aiuta di piu' e che fa passare in secondo piano anche il dolore piu' forte....io ne mando uno a te Smile  con un grande abbraccio
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
laurat
fiorellini
fiorellini
avatar

Messaggi : 1494
Data d'iscrizione : 02.11.13
Età : 61
Località : Brescia

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Sab 15 Mar 2014, 17:39

Ciao Maxxi , ti do anch'io il benvenuto in questo giardino pieno di donne meravigliose e coraggiose che aiuteranno te e la tua mamma come hanno aiutato me che sono arrivata qui in novembre, dopo l'intervento al seno.
dopo un mese di discesa nell'inferno ho trovato tutte queste donne che avevano già vissuto il mio incubo e anche peggio...e condividere mi ha aiutato tantissimo..condividere e scrivere le mie paure più profonde che credevo di aver provato solo io invece ho scoperto che ci siamo passate tutte!

vi mando un grande abbraccio col cuore.

  cuore rosso 
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
manu2012
Fondatore
Fondatore


Messaggi : 5281
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Dom 16 Mar 2014, 09:10

Vedrai che la tua mamma pian piano supererà tutto... e con il tuo aiuto e con il nostro tramite tuo non si sentirà mai sola.
La perdita dei capelli per alcune donne è pesante, per altre è molto più sopportabile.
In ogni caso ricorda sempre alla tua mamma che RICRESCONO!!! E regalale, quando sarà il momento, uno splendido turbante tipo questi:
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
danielita
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 4190
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 48
Località : Magenta

MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   Dom 16 Mar 2014, 09:51

Ciao Max, innanzitutto mi scuso per il ritardo con cui ti accolgo dovuto a problemi vari con il pc che mi hanno tenuta lontana.
Vorrei tranquillizzarti un pochino.
Anche io sono un G3 (tumore aggressivo) e sono stata operata a settembre 2011; ho fatto 6 cicli di chemio e 30 sedute di radioterapia. Ora faccio terapia ormonale e, per il momento, sto bene.
Vorrei che tenessi presente che:

1) Il protocollo, prevede che - o prima dell'intervento o dopo, entro un lasso di tempo ragionevole - vengano fatti esami specifici per individuare eventuali metastasi. Quest'esame può essere la PET, ma non solo. Io, per esempio, non l'ho mai fatta. E' possibile che vengano richiesti una scintigrafia ossea (per eventuali metastasi ossee), un'eco all'addome (per eventuali metastasi al fegato) e una radiografia al torace (per eventuali metastasi ai polmoni). Quest'ultima è stata sicuramente fatta a tua madre, perché necessaria prima dell'intervento, assieme agli altri esami pre-operatori.
2) E' normale che il chirurgo vi abbia rimandato ad un oncologo perché si occupano di cose diverse. A seconda del tipo di tumore, l'intervento non è sufficiente, ma è necessario intervenire con terapie coadiuvanti come chemio e radio. La chemio preventiva viene effettuata solo quando le dimensioni del tumore sono tali da richiederne la riduzione per poter operare con maggiore precisione e scongiurare di non riuscire a rimuovere l'intera massa tumorale. In genere le terapie partono a distanza di un mese/un mese e mezzo dall'intervento.
3) La chemio fa paura, chi non ne avrebbe? Però, si affronta e si supera: noi ne siamo un esempio. Ci saranno tanti momenti difficili, ma non bisogna mai perdere di vista l'obiettivo e la positività è molto, molto importante. Le chemio non sono tutte uguali e non danno tutte gli stessi effetti collaterali. In genere, si fanno 3 cicli di un tipo di chemio e 3 di altro tipo. Sarà l'oncologo a stabilire che tipo di chemio fare e, quando lo saprai, potrai leggere le informazioni specifiche riportate nella nostra sezione medicina, ma non esitare a chiedere informazioni, perché ognuna di noi ha adottato piccoli trucchetti per contrastare gli effetti collaterali e sicuramente, qualche piccolo consiglio vi sarà utile.
La fase della perdita dei capelli è sicuramente una delle più difficili da affrontare e ognuna reagisce in modo diverso: Manu non ha coperto la pelata; Brilocat ha usato bandane colorate; io ho adottato una parrucca e sono poi passata a cappellini spiritosi.
Ciò che non dovete dimenticare mai è che la chemio è vostra alleata: è la vostra dotazione militare per sconfiggere il nemico. Perciò, per quanto faccia paura, è l'arma che difenderà tua madre. E', vista in quest'ottica, fa già un po' meno paura  Smile 

Max, noi siamo la dimostrazione che si può uscire da quest'incubo. Mantenete alto il morale!
Un abbraccio a te e alla tua mamma.   


"Un uccello posato su un ramo non ha mai paura che il ramo si rompa,
perché la sua fiducia non è nel ramo, ma nelle sue ali"
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: maxxi - La vicenda di mia madre   

Tornare in alto Andare in basso
 
maxxi - La vicenda di mia madre
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 13Andare alla pagina : 1, 2, 3 ... 11, 12, 13  Seguente
 Argomenti simili
-
» maxxi - La vicenda di mia madre
» Madre Teresa, di Kevin Connor, 2007 - stasera in tv
» LA PASTA MADRE
» Mia madre mi soffoca ... ma chi ha ragione?
» Aiuto per mia madre (depressione,tentato suicidio)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
tumore al seno unite si può :: LE NOSTRE STORIE E NON SOLO - SEZIONE PER RACCONTARCI E CONDIVIDERE :: VI PARLO DI ME (le storie dei fiori del nostro giardino) -
Andare verso: