camminiamo insieme verso la rinascita, perché l'amore e la condivisione fanno la differenza
 
IndiceIndice  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  siti amicisiti amici  VAI ALL'ASSOCIAZIONEVAI ALL'ASSOCIAZIONE  

Condividere | 
 

 L'IMMORTALITA'

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
manu2012
Fondatore
Fondatore


Messaggi : 5281
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioTitolo: L'IMMORTALITA'   Lun 21 Mar 2016, 14:29



Vorrei rompere io il ghiaccio e iniziare una discussione aperta a tutti sul tipo dei cafè-philo, che poi Maddalena ci spiegherà cosa sono.
 
Per me, come credo per molte altre, uno dei primi effetti della diagnosi di cancro è stata la perdita della mia immortalità.
Lo so, lo sapevo anche prima che non sono immortale, ma mentre prima era solo un pensiero razionale, improvvisamente è diventato una piena consapevolezza emotiva... e l'effetto non è certo piacevole.
 
Avevo 55 anni allora, un'età in cui ancora ci si sente giovani e la morte è emotivamente lontana. Molte di noi hanno avuto diagnosi di tumore al seno ad età ben inferiori, e credo che l'effetto sia stato ancora più pesante.
 

Mi piacerebbe un confronto su questo argomento, se l'avete provato anche voi e in che modo, e se e come lo avete superato. 
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maddalena

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 26.02.16
Località : Mantova

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Lun 21 Mar 2016, 22:33

Ciao a tutte!

ringrazio innanzitutto Manuela per aver rotto il ghiaccio e colgo subito piacevolmente il tema proposto, prima però vorrei, come già anticipato dalla nostra presidente, spiegare cosa è il Cafè Philo:

Il Cafè Philo è una pratica che trova le sue origini nell'antichità ma che Marc Sautet, filosofo francese del '900, ha riproposto nel 1992 presso il Cafè des Phares a Parigi. Infatti ogni domenica mattina davanti ad una tazza di caffè s'incontrava con alcuni amici per parlare di qualsiasi tema, dai massimi sistemi alla propria quotidianità.
E' diventato uno spazio pubblico, libero ma sempre rispettoso delle opinioni altrui nel quale qualsiasi persona e di qualsiasi estrazione sociale può esprimersi. E' un modo per ritornare insieme e confrontarci riguardo ai temi a noi più cari.

Ritornando al tema proposto credo che debba esser stata sconvolgente la scoperta che la nostra finitudine sia reale, soprattutto a livello emotivo. Come diceva una vecchia canzone di Vecchioni "la vita è così vera che sembra impossibile doverla lasciare". Vorrei inoltre, condividere con voi un'altra citazione che mi ha colpito molto...ed è di Goethe: "La vita è l'infanzia della nostra immortalità"...mi ha dato un senso di conforto pensando che in un qualche modo forse, l'immortalità possa esistere davvero.

Cosa ne pensate?

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Nemila
staff
staff
avatar

Messaggi : 2094
Data d'iscrizione : 28.10.12
Età : 48
Località : Piacenza

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mar 22 Mar 2016, 22:12

Innanzi tutto ben arrivata Maddalena,
mi fa piacere leggerti, io credo che effettivamente quando il Cancro mi ha colpita all'età di 43 anni, prima non avevo mai avuto problemi particolari di salute, credevo di essere invincibile e convinta che il mio fisico mi abbia sempre tutelato da qualsiasi problema, dalla notizia mi sono sentita tradita da me stessa e sopratutto dal mio fisico che non è stato in grado di difendermi da un male così devastante, avevo la presunzione di pensare che ero immune e che a me non sarebbe successo, ma purtroppo non è stato così, è stato devastante.
Per metabolizzare il tutto ho fatto un lavoro psicologico abbastanza pesante per accettarlo... ora sono più fragile ma anche consapevole che la vita che si vive dopo è sicuramente vissuta più intensamente.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maddalena

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 26.02.16
Località : Mantova

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mer 23 Mar 2016, 09:47

Ciao Nemila e grazie per il benvenuto!!

Immagino il tuo dolore ma soprattutto il tradimento che hai vissuto; il nostro corpo è in un qualche modo il nostro tempio, il nostro io verso l'esterno e forse il pensare che tutto ciò che conoscevi di te, di noi, in un qualche modo non sia come pensavamo che fosse ci fa sentire traditi ed estranei a noi stessi.
La cosa positiva almeno, come hai detto tu, è che la vita si vive forse più intensamente, la si assapora con un gusto diverso, più vero...come ci insegnano anche le filosofie orientali, il cercare di vivere la vita nel "qui e ora". Certo forse è una magra consolazione, tuttavia credo che la tua consapevolezza sia un tesoro, una perla di saggezza da custodire.

Grazie per aver condiviso la tua esperienza ed emozioni... Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
laurat
fiorellini
fiorellini
avatar

Messaggi : 1494
Data d'iscrizione : 02.11.13
Età : 62
Località : Brescia

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Dom 27 Mar 2016, 18:09

Ciao Maddalena,
io non credo ci sia qualcosa dopo....se ci sarà tanto meglio ma intanto mi piacerebbe rimanere su questa terra il più a lungo possibile ( se in condizioni decenti ovviamente)
Quando ho scoperto di avere il cancro sono caduta nel baratro come tutte e, pur nella convinzione di avere vissuto una vita piena, mi sono sentita perduta temendo di perdere la nascita del mio primo nipotino che invece ho vissuto e sono due anni che mi riempie la vita di nuovo amore.
Dopo questa esperienza cerco di godere della mia famiglia più che posso consapevole che potrebbe finire tutto ma anche no...Sono diventata più fatalista pur avendo comunque la solita ansia nei pressi dei controlli o quando si presenta qualche nuovo acciacco...
Sarò mica bipolare?
Un abbraccio
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
danielita
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 4255
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 48
Località : Magenta

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Lun 28 Mar 2016, 11:05

Quando ho aperto e letto questa discussione, alcuni giorni fa, ho dovuto richiudere il tutto e immergermi nel mio profondo per trovare le parole capaci di esprimere il mio pensiero. Non so se le ho trovate, ma ci provo.
L'aspetto più devastante della malattia è senza dubbio l'acquisizione della consapevolezza della mortalità. Come tutte, dopo la diagnosi, sono caduta in uno stato di disperazione; ho avuto paura. Non paura della morte in sé, ma della perdita delle opportunità a venire. Nonostante il computo della situazione e della presa di coscienza di avere vissuto una vita piena, mi sono fatta prendere dall'ansia di non essere riuscita a lasciare un "messaggio". Sono stata colta da un'urgenza implacabile, dalla necessità imprescindibile di portare a termine ciò che era in sospeso, di trasmettere quei valori fondamentali alle mie figlie...
A settembre, saranno passati 5 anni e, nonostante ciò, questa urgenza è ancora presente, ma c'è un grande conflitto in me: da un lato, il bisogno di colmare questa urgenza e dall'altra, la convinzione che non c'è nulla di più di ciò che ho fatto che potrei ancora fare (nel senso di "messaggio" ai posteri, per così dire). E' come se avessi superato un valico e non potessi più tornare indietro. Perciò, mi barcameno tra due stati d'animo intercambiabili: il primo che mi spinge verso la vita e il secondo che mi sprona verso l'Oltre, come se avessi esaurito il mio compito.
Tuttavia, ho una forte sete di conoscenza, cioè di cercare delle risposte alle mie domande e - come dice la mia psicologa - questo è ciò che denota la vitalità dell'essere umano, perciò ritengo di essere estremamente "viva". Ma avverto anche una profonda stanchezza perché mi pare che, alla fine, sia tutto privo di senso.


"Un uccello posato su un ramo non ha mai paura che il ramo si rompa,
perché la sua fiducia non è nel ramo, ma nelle sue ali"
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
manu2012
Fondatore
Fondatore


Messaggi : 5281
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Lun 28 Mar 2016, 20:44

Dani, mi ha colpito molto la tua frase "Non paura della morte in sé, ma della perdita delle opportunità a venire."
Io credo che questo sia il problema principale, però nello stesso tempo mi dico che non ha senso, perché quando morirò tutto sarà cancellato e non avrà più importanza se abbiamo vissuto una o mille esperienze in più...
E contemporaneamente mi angoscia il pensiero che invece ci sia qualcosa oltre la vita... ma per come la vedo io non ci sarà più individualità. E questo è quasi peggio.


Per me saranno 5 anni a maggio, ma direi che non l'ho ancora superato. Avevo un nipotino in arrivo, adesso ne ho due e la piccola ha un anno e mezzo... però vorrei vedere come cresceranno, che studi faranno, chi sposeranno...
Non è quindi, almeno per me, un problema di vita dopo la morte, è solo un bisogno di recuperare la "leggerezza dell'essere".
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
manu2012
Fondatore
Fondatore


Messaggi : 5281
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Lun 28 Mar 2016, 20:58

ps: Maddalena vorrei metterti un avatar, ti faccio alcune proposte, oppure dimmi tu cosa vuoi:

immagini eliminate per non occupare spazi inutilmente - manu

Non badare alle dimensioni, poi lo sistemo io


Ultima modifica di manu2012 il Mar 29 Mar 2016, 12:07, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
danielita
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 4255
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 48
Località : Magenta

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mar 29 Mar 2016, 09:10

Aggiungo qualche altra immagine che mi erano piaciute e ho ripescato nel mio pc Smile

immagini eliminate per non occupare spazi inutilmente - manu


"Un uccello posato su un ramo non ha mai paura che il ramo si rompa,
perché la sua fiducia non è nel ramo, ma nelle sue ali"
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
danielita
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 4255
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 48
Località : Magenta

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mar 29 Mar 2016, 09:42

Manu, per quanto mi riguarda è proprio la "mancanza di individualità" ciò che mi attrae. Io penso che oltre al corpo - che è materiale - noi siamo fatti anche di energia. E l'energia non si cancella, ma si trasforma (leggi della fisica). Pertanto, immagino questa energia - la mia - che si unisce al tutto. E questo esercita su di me un grande fascino e, nel contempo, mi dà una grande serenità. Ma la mia non è una visione in senso religioso, anzi, è assolutamente "scientifica".

Le "opportunità a venire" consistono nelle occasioni mancate; in tutto ciò che avrebbe potuto far sì (o che potrebbe) darmi la possibilità - se colta - di lasciare il famoso "messaggio".


"Un uccello posato su un ramo non ha mai paura che il ramo si rompa,
perché la sua fiducia non è nel ramo, ma nelle sue ali"
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maddalena

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 26.02.16
Località : Mantova

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mar 29 Mar 2016, 09:46

Ciao Laura,

eheheh no non credo che tu sia bipolare, credo invece che sia normale, il nostro sentirci tradite o sconvolte da una notizia del genere, avere paura all'avvicinarsi dei controlli e al contempo diventare, come dici tu, fataliste credo che sia un processo reattivo di protezione che ha tutta la sua legittimazione di esistere...e auguro a te e a tutte quante di vivere al meglio per un sacco di tempo ancora!! occhiolino

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maddalena

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 26.02.16
Località : Mantova

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mar 29 Mar 2016, 09:57

Grazie Manuela e Daniela,

sono bellissimi gli avatar..scelgo Platone e Aristotele

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maddalena

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 26.02.16
Località : Mantova

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mar 29 Mar 2016, 10:15

Scusate se mi intrometto ma se è possibile, volevo inoltre, cercare di comprendere meglio alcuni punti che mi hanno colpito particolarmente:

Daniela quando tu dici che alla fine sia tutto privo di senso, a cosa ti riferisci in particolare?

Manuela in che cosa consiste per te la leggerezza dell'essere?

Siete ovviamente libere di rispondermi o meno...Smile

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
danielita
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 4255
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 48
Località : Magenta

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mar 29 Mar 2016, 18:19

Citazione :
Daniela quando tu dici che alla fine sia tutto privo di senso, a cosa ti riferisci in particolare?

Cara Maddalena, certo che ti rispondo: abbiamo aperto una discussione apposta! Il discorso, però, è lungo e complesso perciò, per rispondere brevemente... intendo dire che le cose importanti della vita - almeno, quelle che io ritengo tali - ho già avuto il privilegio di viverle e, quindi, tutto quello che viene è un extra e, pertanto non indispensabile.
Ho vissuto tutta la vita seguendo un dogma ben preciso e cioè che il mondo è uno specchio e che si riceve ciò che si dà. Ho sempre pensato che le situazioni si presentano per imparare qualcosa e che fino a quando non impariamo quel qualcosa, quella situazione si presenterà e ripresenterà ancora, fino all'acquisizione di quell'insegnamento, per poterci avvicinare ad uno stato di saggezza (sono molto prossima al buddismo, anche se non lo sono...).
Ora... Ho perduto questa convinzione e ho imparato che siamo noi a creare le ripetizioni, che il meccanismo universale del cervello umano, ci porta a ricreare situazioni simili a quelle dei traumi vissuti, nel tentativo di superarli e che non c'è nessun insegnamento da imparare che mi possa avvicinare ad uno stato di maggiore conoscenza. Ecco perché ho la sensazione che non ci sia nessun altro messaggio, oltre a quelli già lasciati, che io possa ancora lasciare.
Le mie vicissitudini di salute, mi hanno portato almeno tre volte in situazioni critiche (non tanto il tumore, quanto piuttosto la trombosi o la commozione cerebrale...); è un po' come se io avessi avuto la possibilità di dare una sbirciatina dall'altra parte della finestra e, siccome, credo che siamo fatti anche di energia - che non andrà dispersa - sento una spinta verso la perdita dell'individualità e la congiunzione con l'energia tutta. Ne sono curiosa.
Questo non vuol dire che io non sia in grado di vivere con passione; lo faccio ma, non posso fare a meno di pensare, talvolta, che sia un doppione di esperienze già vissute e, quindi, in un certo qual modo, prive di senso perché non mi porteranno oltre al punto in cui sono arrivata. Mi sento stanca delle ripetizioni. Estremizzando... uno spreco

Mi rendo conto che questo discorso può spaventare ma, io non lo vivo con paura o angoscia. Con tristezza, sì; e malinconia. Non posso neanche dire di essere disillusa, perché non è la definizione giusta... Direi, piuttosto, che sono estremamente razionale.
Ho perso il dogma attorno al quale ho costruito tutta la mia vita e, anche se la mia psicologa mi dice che quando si perde un "credo", vuol dire che ne abbiamo già elaborato un altro, al momento non riesco ancora a vederlo. Sono, perciò, come in un limbo. Godo della mia vita, mi faccio accarezzare dal calore del sole e spettinare dal vento; mi crogiolo nell'affetto dei miei cari ma è sempre, un po' come se vivessi da spettatore; come se avessi già intrapreso un'altra strada, per così dire, e non fossi più tanto partecipe di ciò che mi circonda.

Forse, ho elaborato una nuova forma di autoprotezione

Spero di non averti mandato in tilt


"Un uccello posato su un ramo non ha mai paura che il ramo si rompa,
perché la sua fiducia non è nel ramo, ma nelle sue ali"
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maddalena

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 26.02.16
Località : Mantova

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mer 30 Mar 2016, 09:00

Ciao Daniela,

la tua risposta mi ha colpito molto, oltre ad essere molto profonda mi colpisce la chiarezza e la consapevolezza delle tue emozioni.
E' molto interessante quando dici che non sei più partecipe di ciò che ti circonda in quanto come dici tu, hai già intrapreso un'altra strada...una strada che, mi sembra di capire, guarda un oltre di cui comunque ne sei curiosa ma che non è nel qui e ora; o meglio il "qui e ora" è come se fosse una ripetizione (correggimi se sbaglio..Smile)di momenti di cui non c'è altro insegnamento da trarre e perciò altro messaggio che tu possa lasciare ancora.
Credo che se una persona abbia perso il dogma della propria vita, pertanto un decadimento delle proprie credenze, sia lecito avere una protezione dalla propria visione precedente; credo anche che, come disse una volta il mio supervisore, i momenti di crisi o di limbo aiutino e spingano a fare chiarezza.
Ti auguro il meglio e grazie per aver condiviso occhiolino
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
danielita
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 4255
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 48
Località : Magenta

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mer 30 Mar 2016, 09:31

Esatto Maddalena, hai interpretato benissimo!
Sai, mi è stato detto (non dalla mia psicologa) che dovrei tornare ad un "sano stato di inconsapevolezza"... Ma come si fa?! E' come chiedere ad un bambino che ha imparato a leggere di perdere questa capacità!


"Un uccello posato su un ramo non ha mai paura che il ramo si rompa,
perché la sua fiducia non è nel ramo, ma nelle sue ali"
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maddalena

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 26.02.16
Località : Mantova

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mer 30 Mar 2016, 09:40

eheheh hai ragione..è difficile, una volta che ti togli gli occhiali non è semplice rimetterli, ma sono certa che la situazione di limbo in cui ti trovi ti darà poi l'indicazione più corretta per te per trovare magari una via alternativa di giusta misura
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
manu2012
Fondatore
Fondatore


Messaggi : 5281
Data d'iscrizione : 21.10.12

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mer 30 Mar 2016, 12:11

Maddalena ha scritto:

Manuela in che cosa consiste per te la leggerezza dell'essere?

Maddalena, innanzitutto ti dico che non è una citazione da Kundera... il suo messaggio filosofico è troppo complicato per me, pur avendo letto e riletto il suo libro e amandolo molto (l'insostenibile leggerezza dell'essere, ovviamente).

Per me la leggerezza dell'essere è la capacità di vivere in una continua progettualità, come se non ci fosse un limite a tutto quello che si potrà fare nella vita. Questo significa anche non avere grossi rimpianti, perché quello che non ho fatto lo farò.
Il mio atteggiamento è molto diverso da quello di Daniela, in quanto io non penso normalmente a lasciare un segno, ma a vivere tutto quello che posso. Non ho obbiettivi particolari da raggiungere, non mi sono mai prefissa di fare questo o quello nella vita ma ogni giorno che vivo mi porta nuovi stimoli e nuovi desideri di fare, nuovi interessi.
Così nel momento in cui ho preso coscienza che potevo morire nel giro di breve tempo, mi sono sentita defraudata di tutti i miei sogni, progetti, hobbies... del futuro di mia figlia, della conoscenza dei miei nipoti...
Ho preso coscienza che in ogni caso, anche se il cancro non mi avesse uccisa subito, c'era veramente un limite al mio futuro, e ci ho sbattuto contro in quel momento.
Ho avuto altre pesanti esperienze nella mia vita (tra cui in particolare la tragica morte di mio padre), che mi hanno segnata profondamente, e per le quali ho sofferto in maniera forse più intensa. Ma non mi hanno tolto il futuro.
Vivo lo stesso, in modo anche più intenso, apprezzando ogni nuovo giorno e ogni nuova esperienza, tutto questo non ha cancellato il mio iperattivismo, ma, soprattutto al mattino quando mi sveglio, non ho più la leggerezza dell'essere.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maddalena

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 26.02.16
Località : Mantova

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Gio 31 Mar 2016, 23:10

Ciao Manuela,

ho dovuto riflettere un po' prima di ricambiare la tua condivisione di cui ti ringrazio.
Immagino il tuo dolore per gli avvenimenti della tua vita, nonostante tutto da quel poco che ti conosco e che in un qualche modo hai confermato nel tuo messaggio, la tua iperattività e la voglia di vivere pienamente sono rimasti e si respirano
Capisco ora quando parli della leggerezza dell'essere, e che la consapevolezza della fine che prima o poi arriva ti ha fatto sentire defraudata del tuo futuro e soprattutto la possibilità, nel caso in cui tu avessi voluto, di creare dei programmi per l'avvenire...Tutto ciò mi ha fatto pensare ovviamente al tempo in generale e forse, questo talvolta nemico, a volte invece può rivelarsi un alleato per far sì che il nostro io, i nostri pensieri o interiorizzazioni possano mutare a nostro favore..
Un abbraccio grande
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
micetta2012
Fondatore
Fondatore
avatar

Messaggi : 8181
Data d'iscrizione : 21.10.12
Età : 56
Località : Sezze

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Dom 03 Apr 2016, 16:15

Mi sono molto incuriosta leggendo il titolo di questa discussione: "l'Immortalità", credo sia un aspirazione che non ho mai desiderato , anzi che non ho mai preso in considerazione mi basterebbe poter vivere degnamente il presente. Di sicuro questo mio modo di pensare è frutto della mia esperienza di vita, avere avuto dei genitori che ci hanno lasciato da giovani (57 anni papà e 64 mamma) mi hanno ancorato al presente, non ho rinunciato a sognare centellino al massimo questo desiderio ho troppo bisogno di non disperdere le mie energie. Vivo a pieni polmoni tutto, anche il dolore. Ultimamente sono stata messa alla prova da un nuovo incontro con il cancro, ciò che ha rischiato di spezzarmi è stato il confronto con il dolore fisico, quello che ti rapisce il desiderio di vivere e non ti fa reagire a niente. Per fortuna poi passa anche questo e ritorna la voglia di riprendersi la vita di ricominciare a vivere, non sento minacciato il mio futuro per me l'importante è l'oggi e basta.
Di certo per me è un grande appoggio poter confrontarmi e sentire l'appoggio di tutte voi, sopratutto vorrei che non si perdesse mai la speranza, anche quando si crede di essere vinte bisogna trovare la forza di rialzarsi in piedi. Ecco io temo di sentire la resa in chi soffre, ho impressi dentro di me gli sguardi di chi lottava per poter vivere e non gli è stato consentito, per questo vivo con tutta me stessa e serenamente anche questo nuovo percorso . Forse ho una visione molto semplicistica della vita, oppure è solo paura di sognare, ma è il mio equilibrio.
Dani ho molto pensato a ciò che hai scritto e conosco la tua sofferenza, tornare all'incosapevolezza credo sia impossibile, magari si può dare un peso diverso alla consapevolezza. Attraverso di essa noi riusciamo a reagire a tutto, anche al dolore più grande e il nostro modo di affrontare le cose che lascerà il segno sui nostri figli. Sarà un gran rinforzo per le loro ali.

Bello questo spazio!! Grazie di averlo creato.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maddalena

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 26.02.16
Località : Mantova

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mer 06 Apr 2016, 09:18

Ciao Micetta 2012,

grazie a te che hai voluto condividere la tua esperienza!
Mi ha colpito molto la frase che hai scritto "temo di sentire la resa in chi soffre, ho impressi dentro di me gli sguardi di chi lottava per poter vivere e non gli è stato consentito, per questo vivo con tutta me stessa e serenamente anche questo nuovo percorso"...credo sia molto forte e molto vera allo stesso tempo.
Non credo che la tua visione della vita sia semplicistica o paura di sognare, credo invece sia una forma, come ce ne sono altre, per affrontare al meglio questo male.



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maddalena

avatar

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 26.02.16
Località : Mantova

MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   Mer 06 Apr 2016, 11:29


Buongiorno di nuovo a tutte!!

oggi volevo esprimere anch'io quanto sia bello e spero utile, questo spazio creato per poter condividere temi a noi cari

Volevo infatti offrirvi un altro argomento che secondo me è molto interessante, ovvero la Femminilità, o meglio Cos'é la femminilità e che relazione può avere con l'essere donna...quindi sia a livello corporeo ma anche a livello di emozioni, di sentimenti o visioni della propria vita.

Spero possa interessare anche a voi e grazie per le vostre condivisioni occhiolino
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: L'IMMORTALITA'   

Tornare in alto Andare in basso
 
L'IMMORTALITA'
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» I - SAMAIN, LA FESTA DELL'IMMORTALITA'

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
tumore al seno unite si può :: COME POSSIAMO AIUTARVI? :: UNA FINESTRA SULL'IO..... INCONTRO CON IL COUNSELOR-
Andare verso: